Mamma (Torta di carote alla cannella con glassa morbida)

“Don’t question why she need to be so free / She’ll tell you it’s the only way to be / She just can’t be chained […]”

Mi ricordo quando ero piccola e con mio fratello e mia madre ballavamo sulle note di Battiato, De André e Conte. Ci sono anche le foto di serate estive, nella vecchia casa, con mamma con le lunghe magliette di papà che inventava le coreografie e noi che ballavamo fino a non avere più fiato.

E’ stata lei a tradurmi per prima questa canzone che da allora è una delle mie preferite.

Lei mi ha insegnato l’importanza di essere donne libere, di prendere le decisioni senza mai dimenticarsi degli altri, ma sempre mettendo al primo posto il proprio benessere. Mi ha insegnato che bisogna seguire sé stessi e le proprie inclinazioni senza mai arrendersi a situazioni che non ci fanno stare bene. Mi da tutti i giorni l’esempio migliore di famiglia e amore che io possa desiderare, un amore che non si arrende mai. Anche quando viene picchiato e mandato via.

Mi ha insegnato che bisogna reinventarsi sempre, viaggiare, sorridere, leggere, guardare bei film e soprattutto comunicare, non chiudere le porte (“perchè le porte chiuse significano chiusura mentale”), chiedere scusa e non andare mai a dormire senza aver fatto pace dopo una litigata.

Ogni tanto non è facile ricordarsi tutto questo.

Immagine

Ascolto “Lay it down slow” dei Spiritualized e mangio una fetta di torta di carote e cannella con la glassa. Coccole per la mente e la pancia.

Carote per tutte le volte che mi ha grattugiato le carote quando stavo male (e non. E’ una delle mie verdure preferite) e soprattutto per la grattugiatrice di carote automatica che mi ha regalato quando sono andata a vivere da sola, che mi permette di avere tempistiche decenti di pasti. Cannella come i biscotti che mangiavamo la sera in montagna dopo le sciate e le terme tutti insieme.

Immagine

INGREDIENTI

  • 4 uova
  • 250 ml di olio di semi
  • 450 grammi di zucchero (WFT??!?!?)
  • 1 bustina di vanillina
  • 250 grammi di farina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di cannella in polvere
  • 350 grammi di carote grattugiate

Per la glassa

  • 100 grammi di burro ammorbidito
  • 230 grammi di formaggio cremoso
  • 220 grammi di zucchero a velo

In una ciotola alta e capiente sbattere le uova, l’olio, lo zucchero e la vanillina. Aggiungere la farina, il lievito, il sale e la cannella e mescolare per bene in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino per bene.
Aggiungere le carote grattuggiate (se le grattuggiate un po’ prima è meglio se no lasciano acqua e bagnano l’impasto) e mescolare per bene. Versare tutto il mix nello stampo (23-24 cm di diametro o piccoli stampi come ho fatto io, ricoperti di carta da forno) e mettere in forno a 180 gradi per 1 ora circa o comunque fino a quando la superficie risulta dorata e inserendo il famoso stecchino al centro della torta questo esce completamente asciutto. Lasciar raffreddare per 10 minuti nello stampo quindi togliere e sistemare su una gratella in modo da far raffreddare del tutto.
Preparare la glassa sbattendo tutti gli ingredienti insieme fino a quando non si forma una crema morbida e delicata. Una volta completamente fredda, ricoprire la torta di frosting.

Immagine

Non si può dire che sia una torta, come dire, poco calorica (vedi i QUATTROCENTOCINQUANTA GRAMMI DI ZUCCHERO), quindi resterà in questa casa molto poco. Lo credo che gli americani sono obesi: una torta con 450 grammi di zucchero ricoperta di formaggio. Cioè. Che problema hanno??

Che orribile storia che sia anche abominevolmente buona. 

Le foto delle tortine sono della mia dolce coinquilina Lolita, Lola Mazzola.

Advertisements
Tagged , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Advertisements
%d bloggers like this: